Da Bari la manifestazione a difesa dell’Impresa pugliese

Mercoledì 27 maggio, a partire dalle 10, sul Lungomare Nazario Sauro di Bari si terrà la manifestazione di protesta, organizzata da Movimento Impresa, dal titolo “im… prese in giro”, unparticolare sit-in, caratterizzato da una catena umana formata da imprenditori di tutta la regione Puglia del settore horeca e del pubblico spettacolo, con i loro dipendenti.

“Abbiamo atteso il permesso da parte della Questura – ha affermato il direttivo M.I. – prima di organizzare questa manifestazione che ci è stata richiesta dai nostri associati già da tempo. Varato il Decreto ‘Salva Italia’ le questioni non si sono risolte. Con questa iniziativa vogliamo civilmente rendere note, sia alle Istituzioni che all’opinione pubblica, le istanze dell’intera categoria”.

La manifestazione dal valore simbolico molto forte, rappresenta l’urlo di una categoria di lavoratori che non è stata rispettata. Questa avverrà precisamente nel piazzale antistante la sede barese dell’Inps e nei pressi del palazzo della Presidenza della Regione Puglia. Nello specifico le questioni che saranno evidenziate saranno la cassa Integrazione, che anche secondo il “Decreto Rilancio, non è garantita per tutti i mesi nei quali avrannobisogno di sostegno per ripartire; il sostegno alle imprese con immediata liquidità, dato che a seguito della chiusura imposta dalle istituzioni, non è stato ancora erogato il riconoscimento spettante a chi garantisce reddito, lavoro e contribuzione; i canoni di locazione, in quanto il lockdown non è stato accompagnato da azzeramenti dei fitti.

Inizieremo con la catena umana che si svilupperà per una cinquantina di metri. A questo gesto altamente comunicativo, seguirà un sit in. Noi porteremo le buste paga dei nostri dipendenti, le consegneremo in un cesto e chiederemo di parlare con il presidente regionale dell’Inps e anche con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano”.

Imprenditori e lavoratori saranno insieme a difesa di diritti e della libertà che sono stati compressi dalla grave crisi legata all’emergenza Covid 19.

Presenti a questa manifestazione non solo gli associati al Movimento Impresa e i propri dipendenti ma anche l’intera platea delle PMI, comprese le partite iva, invitate a partecipare, duramente colpite da un quadro normativo già discriminante e vessatorio, criticizzato in piena emergenza, dalla totale assenza di misure governative a tutela e sostegno dell’intera categoria.

Condividi questo post