Nick The Nightfly Quintet e Rosalia de Souza il 24 luglio per Multiculturita

Si terrà il 24 e il 25 luglio la XVIII edizione per il Multiculturita Summer Fest, il festival organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso nell’ambito del cartellone Estate della Cultura promosso dall’amministrazione comunale di Capurso, e con il supporto promozionale di Jazzitalia.


Il festival si conferma uno dei pochi e attesi eventi estivi pugliesi e si terrà nel rispetto delle prescrizioni normative intese a prevenire la diffusione del Sars Covid-19.
Proprio in ragione di tali disposizioni, per questa edizione non sarà presente il consueto Jazz Village, così come non si terrà il Multiculturita Art Contest.

Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funk Off, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Simona Bencini, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, Doctor 3, Antonio Sanchez, James Senese, Karima, Fabio Concato, Raiz,Peppino Di Capri, Tosca, Mauro Ottolini, Patrizia Laquidara, Nino Buonocore tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.

Il main stage si riconferma lo splendido scenario offerto dalla Reale Basilica capursese, che venerdì 24 luglio (ore 21) ospiterà il progetto Nice One del crooner e compositore scozzese Nick The Nightfly.

Nick the Nightfly è nato a Glasgow, in Scozia, ma vive in Italia dal 1982. Dal 1988 è in onda su Radio Monte Carlo con Monte Carlo Nights, il programma specializzato in musica di qualità, che ha portato in Italia la new age, la fusion, la world music, la musica brasiliana, il jazz, l’acid jazz e negli ultimi anni anche i suoni del nujazz, il lounge e la chill out. Tra i suoi ospiti Sting, Pat Metheny, Peter Gabriel, Ryuichi Sakamoto, Herbie Hancock, Miriam Makeba, Caetano Veloso, Enya, Donald Fagen, Pino Daniele, Annie Lennox e tanti altri. Ha vinto un Telegatto come migliore voce della notte e le Cuffie d’Oro per il miglior programma notturno della radiofonia italiana. Nick è anche un affermato cantante, suona la chitarra e compone brani di grande valore artistico, come quello scritto per Andrea Bocelli, Semplicemente, con testo di Maurizio Costanzo. Spesso canta in diretta con i suoi ospiti regalando agli ascoltatori le emozioni della musica dal vivo (ricordiamo i live con Micheal Bublè, Giovanni Allevi, Giorgia, Carmen Consoli, Incognito, Trilok Gurtu, Cousteau, Ludovico Einaudi). Si esibisce inoltre in concerto in tutta Italia con la sua “The Nightfly Orchestra” (anche con l’orchestra sinfonica del teatro del Massimo di Palermo, con la sinfonica del Teatro Politeama e la Sinfonica della provincia di Bari) e ha partecipato ai più importanti festival, da Umbria Jazz al Bolzano Jazz Festival.    

Con il suo 5tet ha inciso il cd Nice One  e B-Yourself, con la partecipazione speciale di Incognito, Fabrizio Bosso, Paula Morelenbaum e altri. Dal 2003 Nick è direttore artistico del Blue Note Milano. Con lui, sul palco del Multiculturita, ci saranno quattro tra i migliori jazzisti della scena internazionale: Jerry Popolo aisassofoni, Claudio Colasazza al pianoforte, Francesco Puglisi al basso elettrico e Amedeo Ariano alla batteria.


Sabato 25
luglio, il Sagrato della Reale Basilica, accoglierà il raffinato live della cantante brasiliana Rosalia de Souza. Con “Il Brasile che mi piace” proporrà i brani che l’hanno resa famosa nei suoi tre lustri di carriera. Da “Maria Moita” a “D’improvviso”, passando per “Canto de Ossanha”; la voce soave di Rosalia è accompagnata da una band d’eccezione con cui presenta, fra i suoi pezzi, una selezione dedicata al Brasile attraverso brani che hanno fatto la storia come “Samba di una nota” di Antonio Carlos Jobim e lecanzoni intramontabili di Chico Buarque de Hollanda come “O que será que será”, spaziando verso la musica più attuale della cantautrice moderna Joyce. Il ritmo del Brasile viene rivisitato dalla band con un arrangiamento contemporaneo e dinamico colorato da influenze cubane e africane.

Al sax per l’occasione, ci sarà uno special guest: Raffaele Casarano, considerato tra i più talentuosi e noti interpreti della New Jazz Generation italiana, fiore all’occhiello della creativa fucina della Tǔk Music diretta da Paolo Fresu. A completare l’organico ci saranno: Antonio De Luise al pianoforte, Aldo Vigoritoal contrabbasso e Roberto Rossi alla batteria.

Ingresso per ogni singolo concerto euro 10; abbonamento per entrambe le serate euro 15.

Avvertenza: sempre in ottemperanza alle disposizioni normative anti Covid-19, i biglietti non saranno acquistabili presso la sede dei concerti. Il pubblico interessato dovrà arrivare già munito di biglietto.

Info: 347.6504664
Website: www.multiculturita.it ; info@multiculturita.it

Prevendite presso: Centro Musica, corso Vittorio Emanuele 165, Bari; Tipografia Squeo, via San Onofrio 18, Capurso; 101 Caffè, via Madonna del Pozzo 172, Capurso; Libreria La Sapientia, piazza Guglielmo Marconi 56, Capurso.

Condividi questo post